EVENTI ED AZIENDE NEL COMUNE DI CAMPAGNANO, CESANO, FORMELLO, SACROFANO, NEPI, TREVIGNANO, ANGUILLARA

Scarciofata alla campagnanese: molto più di una semplice sagra del carciofo! Domenica 5 Maggio 2019

0

Ma quale sagra del carciofo? La Scarciofata alla campagnanese e la Sarcicciata alla panonta non temono rivali!

CAMPAGNANO DI ROMAScarciofata alla campagnaneseIl cuore della festa del Baccanale è la SCARCIOFATA ALLA CAMPAGNANESE che rende indimenticabile l’incontro con il superbo carciofo Campagnano arrostito su brace di sarmenti di vite, accompagnato dalla salsiccia adagiata alla panonta su pane cotto a legna.

Il carciofo nostrano è un ortaggio gustoso e prelibato: già gli Etruschi lo apprezzavano e lo coltivavano, come raccontano gli affreschi di alcune tombe della necropoli etrusca a Tarquinia. Secondo il botanico Montellucci, furono proprio gli Etruschi ad addomesticarlo e poi coltivarlo, e sempre gli Etruschi lo fecero conoscere ai Romani.

Scarciofata alla campagnaneseIl cultivar Campagnano è noto ed apprezzato per le sue caratteristiche qualitative legate alla compattezza, consistenza e sapore. La raccolta viene eseguita manualmente e in maniera scalare quando i capolini (cimaroli) hanno raggiunto la giusta dimensione. Il prodotto viene avviato ai mercati quando è ancora fresco, per cui la lavorazione si limita alla formazione dei caratteristici mazzi tipici del Lazio, che esaltano l’aspetto della presentazione al consumatore.

Attualmente, con il nome di “Carciofo romanesco del Lazio”, questo prodotto ha ottenuto il marchio IGP dall’Unione Europea.


La Festa del Baccanale è la festa del carciofo: il romanesco dal sapore dolce e gradevole, con la consistenza delle foglie interne e del cuore molto morbida

Cucinato alla Campagnanese IL CARCIOFO è condito con olio, aglio fresco, mentuccia selvatica e poi cotto su brace di sarmenti di vite. Una vera prelibatezza, abbinato alla magnifica SARCICCIATA ALLA PANONTA del rinomato Salumificio Campagnano.

Nelle prelibate salsicce arrostite nella Festa del Baccanale, su profumata brace di quercia, si coniugano le antiche ricette norcine e le tecniche più avanzate di produzione.

LA SARCICCIATA ALLA PANONTA prevede che la salsiccia di maiale, una volta ben rosolata, venga messa caldissima su fragrante pane francigeno cotto a legna, e l’olio e il grasso di risulta della cottura indora e insaporisce le fette.


La tradizione campagnanese e il Pane Francigeno

A Campagnano anche il Pane Francigeno, protagonista della dieta dei pellegrini lungo l’antica via Francigena e ancora oggi alla base della nostra alimentazione, si fa simbolo primario di accoglienza del nostro territorio.

Il Pane Francigeno è quello con la croce, quello che veicola la dolcezza e il mistero dell’ospitalità: ci attende sui tavoli di tutta la Festa del Baccanale 2018.

Che sia davvero un Buon Baccanale per tutti!

Share.

Comments are closed.

X