EVENTI ED AZIENDE NEL COMUNE DI CAMPAGNANO, CESANO, FORMELLO, SACROFANO, NEPI, TREVIGNANO, ANGUILLARA

Concerto di Natale del Coro Polifonico Cantate Domino: 30 Dicembre

0

Concerto Gratuito con quintetto d’archi e pianoforte per celebrare il Natale a Trevignano con il Coro Polifonico Cantate Domino

Coro Polifonico Cantate DominoTREVIGNANO (RM)Un concerto per chiudere l’anno in bellezza ed augurarvi tanta serenità!

Il Coro Polifonico Cantate Domino di Trevignano, diretto dalla Maestra Roberta Francesconi, eseguirà pezzi di vario genere, dai classici brani natalizi, alla più contemporanea “Mass” di Steve Dobrogosz. Il Concerto verrà accompagnato da pianoforte e quintetto d’archi.

Il Concerto di Natale del Coro Polifonico Cantate Domino è un evento GRATUITO organizzato nella Chiesa di Santa Maria Assunta a Trevignano.

La prima parte del concerto di Natale del Coro Polifonico Cantate Domino

La prima parte del concerto sarà dedicata ai canti natalizi più tradizionali. Tra gli altri “Astro del Ciel”, in una versione del tutto nostra. Il brano è tra i più famosi al mondo della tradizione natalizia. Nasce in Austria con il titolo di “Stille Nacht, heilige Nacht”: le parole furono scritte da Joseph Mohr, un prete, nel 1816 e musicate da Franz Xaver Gruber, per due voci soliste e chitarra. Il brano fu eseguito per la prima volta nella Vigilia di Natale nel 1818 nella chiesa di San Nicola a Oberndorf. Il territorio usciva devastato dalle guerre napoleoniche e l’intento di Mohr era quello di scrivere un testo che potesse dare speranza e conforto alle popolazioni impoverite. Il brano ebbe un enorme successo e si diffuse in tutta Europa, riarrangiato in vere versioni. Noi lo presenteremo in una versione per coro e solo più “internazionale”, sperando, visto ciò che accade nel mondo, che “luce doni alle menti, pace infonda nei cuor”…

La seconda parte del concerto di Natale del Coro Polifonico Cantate Domino

Nella seconda parte del concerto eseguiremo la “Mass” del compositore statunitense Steve Dobrogosz (Raleigh, 26 gennaio 1956). La “Mass”, composta nel 1992 ed eseguita da numerosi cori ed orchestre in tutto il mondo, è improntata sul suo stile: essa rappresenta un connubio tra jazz ed esperienza corale, davvero inusuale da ascoltare. Questa composizione è in grado di toccare le corde più profonde delle nostre emozioni: si passa da ritmi ripetuti ed incalzanti a “momenti” di tranquillità, in cui il pianoforte richiama quasi il battito di un cuore; dall’intimità di un canto gregoriano a brani fragorosi eseguiti in totale dissonanza. Pur essendo un’esecuzione tecnicamente complicata, il suo successo sarà in realtà legato al sentimento che coro ed orchestra riusciranno ad esprimere: ogni concerto (per esperienza diretta, soprattutto con questa composizione!) è diverso dall’altro e trasparirà la concentrazione, l’amore o le svariate sensazioni che i musicisti proveranno in quell’istante.

Speriamo di riuscire a coinvolgervi e a trasmettervi tutti i nostri sentimenti!

Share.

Comments are closed.